Post

COSA DOVREBBE AVERE UNA PALESTRA PER AVER SUCCESSO

Immagine
Negli ultimi anni le palestre si stanno diffondendo a macchia d’olio. Ogni paese conta almeno una palestra se non di più. Ma si sa che poi alla fine vince quella che lavora meglio. E allora la domanda di oggi è: come si distingue una palestra? Quale riesce a sopravvivere?
Una buona palestra secondo me deve avere 4 punti di forza:
LuogoMacchinariStafforganizzazione
L’ordine varia di soggetto in soggetto. Io personalmente li metterei tutti al primo posto.  In quanto ritengo che una buona palestra perché funzioni armoniosamente deve essere posizionata in un posto sufficientemente grande per avere almeno una sala attrezzi e una sala corsi, una reception accogliente e uno studio “visite”. Deve avere un buon parcheggio ed essere in una zona tranquilla. Se la zona è poco visibile i cartelli di indicazione sono indispensabili!! Devono esserci almeno i macchinari basilari come cardio, forza, funzionali. Per la tipologia di tecnologia del macchinario va a discrezione dell’acquirente e cioè su che ta…

SU COSA DEVE PUNTARE UN BRAVO P.T

Immagine
Finora abbiamo parlato del personal trainer dal punto di vista del cliente. Ma come dev’essere? Che caratteristiche distinguono un pt da un altro?
Leggiamo molti post al riguardo, ma voglio provare a darvi consigli concreti. Spesso ciò che vediamo scritto sembra in realizzabile, cose troppo complesse che ti fanno perdere le speranze.  Perciò oggi cercherò di spiegarvelo in maniera semplice, che ne dite?
Un bravo Personal Trainer: 1. Tecnico: deve avere buone conoscenze tecniche, saper affrontare la problematica presentata dal cliente. Se non si vedono risultati si deve indagare il perché, se è una mancanza del PT, sbagliata metodologia di allenamento. 2. Empatico: dare fiducia al cliente, essere sempre contento. Mai sedersi accanto a lui e guardarlo fatica ma essere in piedi accanto a lui. Correggerlo, parlargli in continuazione. 3. Multitasking: fare più cose contemporaneamente, essere in grado di modificare l’allenamento in breve tempo. Metti caso che il clienti si stappi un spalla in spo…

COME SCEGLIERE UN BUON PERSONAL TRAINER

Immagine
In palestra, in Facebook, siti propri o volantini, negli ultimi anni possiamo vedere un incremento di Personal Trainer. Ma come scegliere quello più adatto a te?
Magari avete voglia di iniziare palestra o di fare movimento ma da soli vi annoiate o siete consapevoli che dopo poco, vi arrendete e l’entusiasmo dei primi giorni vi abbandona. 
E allora che fare?
La scelta migliore è di affidare l’allenamento ad un Personal Trainer.  Ma come si fa a scegliere quello giusto? Ecco alcuni spunti:
Visitalo sui social: un bravo PT si “mette in mostra”, nel sito dovrai leggere la sua presentazione e la modalità di lavoro. Se dispone di video di presentazione o fa vedere come lavora ancora meglio.  Potrai vederlo anche in Facebook, molti si fanno pubblicità li. Ma.....é il sito che lo presenta, se non ha un sito o un blog di presentazione… guardate MOLTO bene cosa fa vedere nella sua pagina, a come si presenta, cosa propone e se gli argomenti si avvicinano al vostro interesse. Solo dopo la ricerca pote…

IL PERSONAL TRAINER: chi è?

Immagine
Questa "nuova" figura del mondo del fitness. È molto interessante in quanto è un perfetto motivatore e aiuta le persone a raggiungere gli obiettivi. È particolarmente indicato per coloro che hanno brevi periodi per raggiungere un obiettivo (anche se è risaputo che in brevi tempi non riuscirai mai a raggiungere il top, ci vuole costanza ed impegno per ottimizzarli), O dispongono di poco tempo libero, aumenta l'autostima, ti sprona a dare il meglio e a superare i propri limiti mentali. 
Molto spesso questa figura non viene scelta per due motivi principali:  1. Costo elevato 2. Appuntamento fisso
1. Se si vuole raggiungere un buon risultato bisogna impiegare oltre che al proprio tempo anche in denaro, ma fidatevi sono i soldi meglio spesi!! Un buon PT costa in media 45/50 €, ma la vera domanda che dovete farvi è "voglio impiegare dei soldi per il mio benessere?" "Voglio stare bene?" Se la risposta è sì, allora basta pensarci ed inizia a cercarne uno.
Un bravo…

CAFFEINA ED ALLENAMENTO: aiutano a dimagrire più velocemente?

Immagine
La caffeina è una sostanza stimolante del sistema nervoso centrale, migliora i riflessi e la contrazione muscolare. La possiamo trovare nel caffè stesso, the, coca cola e cioccolato.  Può avere dei vantaggi per gli sportivi, in quanto associata ad una buona dieta e a dello sport ha effetti positivi come: Stimolazione del metabolismo basale; Aumento della concentrazione; Aumento della frequenza cardiaca.
Ma non sempre ciò può essere considerato un fattore positivo per l'uomo, perchè l'assunzione di grandi quantità di caffè può: Essere considerata dopante nello sport;Aumentare lo stato infiammatorio generale;Provocare ulcera, gastrite e reflusso gastroesofageo.
Quest'ultimo aspetto può presentarsi perchè nello stomaco viene prodotta una sostanza secreta  dalla mucosa: il succo gastrico composto da sali, muco, acqua, enzimi digestivi e acidi cloridrico ha un'alta concentrazione acida, che scontrandosi con il ph acido della caffeina,può provocare delle lesioni alla parete gastric…

Il KettleBell

Immagine
COS' È IL KETTLEBALL?
Il KettleBell è un attrezzo utilizzato nel fitness, ma si pensa si sia visto per la prima volta più di duemila anni fa. È un attrezzo in ghisa di vario peso, va dai 4 ai 48 kg. Un Kettlebell è una solida e pesante palla con una maniglia larga abbastanza da consentire di infilarci la vostra mano.
Il kettlebell risulta uno strumento d’allenamento ideale per chi desidera essere più forte, più resistente, tonificare i muscoli,e perdere chili di troppo. Inoltre lo può usare chiunque. Infatti, imovimenti compiuti con questo attrezzo sono molte semplici; la difficoltà sta nel compiere tali gesti col peso di kettlebll emantenendo ilcontrollo, la coordinazione e la massima concentrazione. Il lavoro coinvolge tutti i muscoli del corpo e gli esercizi che si possono svolgere con questo attrezzo sono davvero molteplici.


BENEFICI


La maniglia consente di far oscillare il kettlebell L’oscillamento del kettlebell aumenta il carico e in tal modo aumenta le richieste necessarie per…

Muscoli respiratori quali sono e come allenarli

Immagine
I muscoli accessori sono tutti quelli che hanno almeno un’inserzione sulle coste o comunque tutti quelli che inserendosi sull'angolo scapolare, sulla colonna vertebrale e sul capo innalzano le coste (es. platisma, sternocleidomastoideo, scaleni, grande e piccolo pettorale, parte del dentato).
Si dividono in muscoli espiratori muscoli scaleni (collo), sernocleidomastroideo, alea nasi(naso) e muscoli inspiratori diaframma, intercostali esterni.
Vi chiederete "ma come si allenano questi muscoli". Di seguito cercherò di spiegarvi diverse tipologie di esercizi per allenare i seguenti muscoli. 
Gli esercizi vanno in ordine graduale di difficoltà, partono da esercizi semplici ad esercizi per esperti.

Contare il numero di atti respiratori nel giro di un minuto (12/16 respiri). Vedere la capacità respiratoria.Una mano sulla pancia è una sul torace. Vedere i movimenti che avvengono durante la respirazione. Prendere visione se si gonfia più spetto la pancia, torace o entrambe. Mani sull…

Quanto è importante lo sport?